Vendesi Tumore allo Stomaco




Premessa: 

Questo articolo ha lo scopo di informare e mettere in guardia i consumatori riguardo ai pericoli che una vita sregolata abbinata ad un' alimentazione scorretta possono creare; vogliamo farlo in chiave assolutamente provocatoria e paradossale.

In vendita il Tumore allo Stomaco

Come si fa a vendere una malattia così tremenda?
Da decenni i consumatori assumono alimenti che quasi sicuramente provocheranno loro gravi malattie o peggio tramanderanno malformazioni alla propria prole; a questo punto la domanda corretta sarebbe:

-Perchè le sostanze stupefacienti sono ritenute illegali dalla legge ed invece il Fumo di sigaretta, l'Alcool, alcune Bevande, alcuni Alimenti ed alcuni Farmaci che provocano molte più vittime non sono messe al bando?-

Con un pizzico di malizia potremmo pensare che laddove vi sono interessi economici, le Multinazionali riescono a tessere legami fitti come una ragnatela tra loro ed i politici, così che la salute del cittadino diventa un vero e proprio business da spartire come una torta.

COCA COLA, ECCO COSA ACCADE AL NOSTRO CORPO: 6 EFFETTI IN 60 MINUTI

cocacolalattina
Cosa accade al nostro corpo dopo aver bevuto una lattina di Coca Cola? A spiegarlo nel dettaglio è stato il farmacista Niraj Naik, che sul proprio blog ha reso noto uno studio sulle reazioni che la più famosa bevanda del mondo scatena nell'organismo.
“In realtà ho scoperto che un fattore scatenante per molte malattie diffuse in occidente come l'obesità, le malattie cardiache e il diabete potrebbe essere strettamente legato al consumo di una particolare sostanza presente in molti alimenti trasformati e in bevande - il fruttosio sotto forma di sciroppo di fruttosio spiega Naik.
Lo sciroppo di fruttosio si trova nei piatti pronti, nei dolci e nelle bevande gassate ma non tutti sanno quanto sia dannoso. Lo sciroppo di fruttosio, spiega il farmacista, è metabolizzato solo dal fegato ed è molto simile all'etanolo.
E la Coca Cola? Rivela Naik che quando ne buttiamo giù una lattina il nostro corpo reagisce in un modo molto particolare. E la stessa cosa accade per le bevande simili:
Nei primi 10 minuti: dopo i primi 10 minuti qualcosa come 10 cucchiaini di zucchero (il 100% della dose giornaliera raccomandata) vengono assunti dal nostro organismo. Non si vomita immediatamente perché l'acido fosforico ne altera il sapore.
20 minuti dopo: la glicemia schizza in alto causando un massiccia produzione di insulina. Il fegato risponde trasformando tutto lo zucchero possibile in grasso.
40 minuti dopo: l'assorbimento della caffeina è completo. Le pupille si dilatano, la pressione sanguigna aumenta e come risposta il fegato rilascia altro zucchero nel sistema circolatorio. I recettori dell'adenosina nel cervello si bloccano per prevenire la sonnolenza.
45 minuti dopo: il corpo aumenta la produzione di dopamina stimolando il centro del piacere del cervello. È lo stesso meccanismo con cui “funziona” l'eroina.
cocacola
60 minuti dopo: l'acido fosforico lega il calcio, magnesio e zinco nell'intestino, fornendo un'ulteriore spinta al metabolismo. Ciò è aggravato da alte dosi di zucchero e dolcificanti artificiali aumentando anche l'escrezione urinaria di calcio. A questo punto entrano in gioco anche le proprietà diuretiche della caffeina. Di fatto, si corre a fare la pipì eliminando calcio, magnesio e zinco, preziose sostanze che il corpo avrebbe potuto usare per idratarsi, per le ossa e i denti.
“Quando il rave dentro di voi si concluderà, inizierete ad avere un crollo della glicemia. Si può diventare irritabili o lenti” ironizza il farmacista. “La Coca-Cola non è solo ricca di sciroppo di fruttosio, ma è anche ricca di sali raffinati e caffeina. Il consumo regolare di questi ingredienti nelle quantità elevate che si trovano nella Coca Cola e in altri alimenti trasformati e bevande, può portare ad una maggiore pressione sanguigna, malattie cardiache, diabete e obesità. Tuttavia, una piccola quantità di tanto in tanto non farà alcun danno importante. La chiave è la moderazione”.
Francesca Mancuso

COSA SUCCEDE UN'ORA DOPO AVER MANGIATO UN BIG MAC?


big mac un ora dopo
Vi abbiamo parlato più volte delle conseguenze negative del consumo di cibo spazzatura per il nostro organismo, a partire dagli effetti indesiderati delconsumo di bibite gassate, di Energy Drink e di prodotti troppo ricchi di zucchero raffinato. Ma vi sete mai chiesti cosa accade al nostro corpo dopo aver mangiato un Bic Mac?

Forse dopo aver consumato uno dei panini del noto fast food pensavate di sentirvi abbastanza sazi, ma poco tempo dopo dal vostro pasto, riecco il senso di fame. Ecco cosa succede un’ora dopo aver mangiato un Big Mac secondo l’infografica realizzata da Fast Food Menu Price.

Nei primi 10 minuti

Durante i primi dieci minuti i livelli di glucosio nel sangue iniziano ad aumentare in modo anormale. Il nostro cervello si è evoluto durante un lungo periodo di tempo in cui il cibo era scarso. Così siamo diventati abili a scegliere cibi ipercalorici. Un normale Big Mac contiene circa 540 calorie e contribuisce ad innalzare in breve tempo i livelli di zuccheri nel sangue. Il cibo spazzatura innesca nel nostro cervello un sistema di ricompensa attraverso il rilascio di sostanze chimiche che donano una sensazione di benessere, come la dopamina. Lo stesso processo funziona in modo simile anche per droghe come la cocaina e contribuisce alla probabilità di ritrovarsi a mangiare in modo compulsivo.

Dopo 20 minuti

Un Big Mac contiene livelli elevati di sciroppo di glucosio-fruttosio (High fructose corn syrup HFCS) e di sodio. Entrambi gli ingredienti creano dipendenza e spingono il corpo a desiderarne sempre di più. Questi ingredienti possono anche portare ad obesità, diabete e malattie cardiache.

Dopo 30 minuti

Un Big Mac contiene ben 970 milligrammi di sodio, secondo l’infografica di Fast Food Menu Price. Questa grande quantità di sodio può stimolare ladisidratazione. Si tratta di un circolo vizioso che può portarci a pensare di voler mangiare di nuovo, perché rischiamo di scambiare per fame lo stimolo della sete dovuto alla disidratazione. L’assunzione eccessiva di sodio inoltre può affaticare cuore e reni e portare all’ipertensione.

Dopo 40 minuti

Trascorsi 40 minuti, ecco ricomparire il senso di fame. Il corpo ha perso il controllo dei livelli di zuccheri nel sangue e chiede di nuovo del cibo. Quando si consuma un cibo ad alto contenuto di calorie e di zuccheri raffinati, la risposta insulinica può abbattere i livelli di glucosio e portarci a voler mangiare di più.
big mac infografica
- clicca qui per ingrandire -

Dopo 60 minuti

Dopo un’ora vi renderete conto che la vostra digestione è molto lenta. Un panino come il Big Mac è ricco di grassi e può richiedere molte ore per essere digerito. L’infografica sottolinea che un Big Mac contiene 1,5 grammi di grassi trans, che possono essere correlati a malattie cardiache, obesità, cancro e diabete. Gli ingredienti di un Big Mac rischiano di causare gravi danni all’organismo, soprattutto se questo panino viene consumato regolarmente.

In conclusione

In conclusione, dopo aver analizzato il Big Mac e i suoi ingredienti, gli autori dell’infografica suggeriscono di consumare questo panino con molta moderazione. Passano in rassegna i suoi componenti e ne sottolineano l’elevato contenuto di calorie e di grassi. Non vogliono creare allarmismi ma portare i consumatori verso una maggiore consapevolezza rispetto a ciò che scelgono di mangiare.
Cosa ne pensate? Mangereste ancora un panino al fast food alla luce di queste informazioni?
Guarda qui l’infografica di Fast Food Menu Price.

Fonte foto: Amazonaws

Il clima si può davvero manipolare?


In passato i progetti sul tavolo furono molteplici.
E' possibile modificare il clima artificialmente? Quanto c'è di vero in questo interrogativo? Ci sono realmente progetti volti a fare del clima una macchina da guerra più potente dell'atomica?
Ho voluto affrontare l'argomento in APOCALISSE NERA, il romanzo edito da Mursia, che chiude la trilogia dell'apocalisse, apertasi nel 2003 con la pubblicazione di apocalisse bianca. Ebbene il libro, uscito nel 2006, prova a trasformare queste supposizioni, questi sospetti, in realtà e traccia scenari, neanche a dirlo, apocalittici, con la natura pronta a ribellarsi e con le prospettive di una carestia senza precedenti che travolge non solo l'economia ma le primarie fonti di sussistenza dei principali Paesi industrializzati, con il rischio di tornare ai tempi della clava e della pietra.

La modificazione artificiale del tempo è un progetto che parte da lontano, dagli anni 60, ai tempi della guerra fredda. Qualcuno proposte di bonificare le aree ghiacciate spruzzandogli sopra sostanze che assorbono la luce solare, ad esempio della fuliggine.

Il fine? Promuovere ad aree agricole zone altrimenti abbandonate a se stesse. Altra bizzarra proposta quella di spargere sugli specchi lacustri una pellicola chimica innocua ed insapore per impedire l'evaporazione dell'acqua ed averne così un maggior quantitativo a disposizione.

Ecco poi le bombe H utilizzate per spianare le montagne, ad esempio le Alpi, in modo da

California, sfila il Ku Klux Klan, 4 accoltellati e 13 fermati...

                                   

Ad Anaheim il raduno del KKK è finito con scontri tra gli estremisti bianchi e i contro manifestanti. L'ex capo dei suprematisti bianchi, David Duke, ha invitato a sostenere Trump
Washington, 28 febbraio 2016 -  Si rivede il Ku Klux Klan in California, e il raduno sfocia nella violenza. Quattro persone sono state accoltellate, una in modo grave, durante uno scontro tra i membri del KKK e i manifestanti che protestavano contro il raduno nella cittadina di Anaheim. 
Tredici persone sono state arrestate, tra cui un membro del Klan accusato di aver pugnalato un contro-manifestante con un pennone, secondo quanto rende noto la polizia locale. Sei membri del KKK sono stati fermati e sette, invece, tra gli oppositori. 
Secondo il portavoce della polizia di Anaheim, il sergente Daron Wyatt, la marcia era autorizzata e la situazione è degenerata in scontri quando in un parco 10 membri del KKK, i tradizionali abiti con l'alto cappuccio bianco, si sono confrontati con una trentina di contro-manifestanti. 
Sempre di questi giorni la notizia dell'appoggio di David Duke, ex leader del gruppo suprematista bianco, aDonald Trump: "Non votare per lui sarebbe tradire la nostra storia".
Duke, che fu a capo dei 'Cavalieri del Ku Klux Klan', ha esortato i suoi seguaci a votare Trump e ha chiesto loro di arruolarsi come volontari per la sua campagna, dicendo loro che avrebbero trovato affinità con il proprio pensiero. Trump, quando gli è stato chiesto se fosse a conoscenza dell'appoggio espresso da Duke e cosa ne pensasse, ha fatto 'orecchie da mercante'. "Non so nulla su David Duke, ok? Non so nulla di ciò che state dicendo sulla supremazia bianca o sui suprematisti bianchi".
Trump ha ricevuto vasto appoggio tra i gruppi più xenofobi ed estremisti statunitensi, grazie alla sua retorica anti-immigrati, alla promessa di costruire un muro lungo il confine con il Messico e alla proposta di vietare l'entrata in musulmani negli Usa. Tra essi, il Partito nazista americano guidato da Rocky Suhayda e Andrea Anglin, autore del sito neonazista 'The Daily Stormer' (che scrisse un testo intitolato: 'Heil Donald Trump, l'ultimo salvatore')...
(QN)
Fonte: Nino Fezza

Attentato a Parigi, Qualcosa non mi torna




SIAMO IN GUERRA, mediatica.

Ufficialmente, a seguito del recente attentato a Parigi, si conferma il cambio storico di strategia bellica di guerra. Non è un segreto che l'Uomo provi piacere ad attaccare, uccidere, conquistare altri territori ed altre popolazioni; ma fino a ieri si è sempre combattuto uno Stato, una divisa, una cultura, un'area geografica ben definita.

Con l'11 settembre 2001 cambia il modus operandi: si attacca il diavolo, il terrore, il male, insidiato in un'armata branca leone (spiegherò in seguito il perché di questo aggettivo) che si fa chiamare da prima Al-Qaida, poi (nome più facile da ricordare per gli occidentali) ISIS.
Quindi ci si finge agnelli indifesi, si subisce un attacco di proporzioni esagerate ed il mattino seguente si va ad attaccare luoghi strategici già ben noti, armati di bombe e, più importate ancora, del consenso dei cittadini, i quali non avrebbero mai accettato un tale sperpero di soldi in tempi di crisi.

Premesso che non giustifichiamo in alcun modo l'attentato terroristico, tanto meno la morte di centinaia di innocenti; ma è proprio sulla morte di innocenti che vogliamo focalizzare la nostra attenzione per un attimo.

E' normale essere sconvolti e confusi per ciò che siamo stati costretti a vedere. Noi occidentali, noi Europei siamo abituati alla normalità, NOI. Non facciamo attentati, ripudiamo la guerra (se non strettamente necessaria per la nostra difesa), ripudiamo altresì la violenza in qualunque forma, ripudiamo il razzismo, tanto è vero che accogliamo migliaia di persone che non conosciamo, di culture e religioni diverse dalla nostra, gli diamo una casa, un sostentamento, e cerchiamo di integrarle nel migliore dei modi...


Cosa abbiamo fatto di male?

Questo è l'interrogativo che si insidia nel profondo di tutte le persone rimaste sconvolte dal recente attentato.
Prima di ritornare sull'argomento vorrei che ci fermassimo tutti un momento per provare insieme a capire quale sia il vero messaggio che si nasconde dietro questo orrendo fatto.

Immaginiamo ora di essere un bambino che viene avvicinato in diverso modo da due personalità disgiunte ma apparentemente appartenenti alla stessa cultura; queste due personalità le rappresenteremo attraverso due mani:
-La prima, a primo acchito debole ma molto dolce, accogliente, trasmette un'immagine di personalità stabile e razionale nelle proprie decisioni; crede profondamente nell'amore, nella giustizia terrena ed in quella divina (qualunque sia il suo nome). Immaginiamola come una mano che ci accarezza il viso e ci rende sereni e sorridenti.
-La seconda è l'esatto opposto. Violenta, crudele, priva di pietà. Trasmette una immagine materialista, senza scrupoli ed assetata di odio, paura, terrore e di conquista. Appartenente ad un Dio sbagliato; non solo,  la giustizia terrena e divina sono soltanto un mezzo per ottenere il suo spietato obiettivo. Si tratta di una mano di dimensioni maggiori rispetto alla prima, sporca di sangue, pesante; alle dita anelli d'oro e simboli di appartenenza a logge e lobby, immaginiamola nell'attimo in cui ci colpisce con un pugno potente facendoci cadere a terra impauriti.

Ora provate ad immedesimarvi in quel bambino indifeso ancora un'istante e scoprite che le mani, così tanto diverse tra loro, appartengono alla stessa persona.

La domanda più opportuna a questo punto è:


CHI E' L'INDIVIDUO CHE GOVERNA LE DUE MANI?

La risposta è racchiusa nella vostra Coscienza.
Ma fate attenzione a non rispondere troppo velocemente perché quel bambino potrebbe essere europeo, come americano, russo, afgano, iracheno, iraniano, siriano, marocchino...

Dati Ufficiali parlano di più di un milione di vittime civili negli ultimi 15 anni soltanto in Medio Oriente a causa degli attacchi con firma occidentale, almeno 500.000 vittime innocenti negli ultimi 5 anni.
Da decine e decine di anni in Medio Oriente ed in Africa donne, bambini, figli, padri, nonni vengono quotidianamente sterminati per mezzo di esplosioni kamikaze, bombardamenti e sparatorie, senza contare gli stupri, i rapimenti e le mutilazioni per mano di milizie improvvisate e mosse dai motivi più vili.
Verrebbe naturale pensare che queste persone siano dei pazzi fondamentalisti, in realtà ciò che la guerra MEDIATICA non ci può trasmette è la dura ed agghiacciante verità, che in tutto questo CAOS la mano violenta è governata da un'influenza occidentale; la quale fomenta l'odio e la violenza per alimentare i suoi due pilastri portanti: l'economia economica e militare. Il business si fonda sui "nobili" principi del traffico di armi, droga, materie prime (petrolio, diamanti ed oro), alimenti coltivati nei latifondi e milioni di persone da sfruttare ed incolpare a piacimento.
Tutte queste affermazioni, fino ad una decina di anni fa sarebbero state interpretate come un'eresia, purtroppo, o per fortuna, la tecnologia ha fatto si che tutto ciò venisse a galla ed alcuni scheletri fossero scoperti.

No, non è un articolo che allude a strane cospirazioni, non punto il dito sulle banche o sugli imprenditori occidentali, seppur anch'essi colpevoli.
Punto il dito su noi cittadini, su noi stessi che abbiamo permesso tutto questo.
Smettiamola di cercare responsabili su cui scaricare le colpe, ammettiamo che ci ha fatto comodo ignorare da dove provenisse il petrolio per alimentare le automobili e l'elettricità, ci piaceva distinguerci indossando diamanti e gioielli insanguinati, non ci siamo mai posti il problema di CHI e COME avrebbe utilizzato le armi prodotte nei nostri Stati civilizzati, non era affare nostro a chi andassero i soldi della droga che circola nelle nostre città.
Quindi se ora TU che leggi non vuoi nasconderti dietro un dito e per comoda ipocrisia accusare lo straniero delle nostre responsabilità, inizia ad informarti e cogli l'occasione per leggere e "prendere coscienza" che il Mondo è rotondo e prima o poi i problemi ritornano al mittente.

Tornando all'argomento, in seguito all'attentato a Parigi, qualcosa non mi torna.

Voglio condividere con i nostri lettori alcuni dubbi che ci sono sorti, ricordiamo come sempre che ogni commento è ben accetto purchè sia educato e non leda la sensibilità di alcuno; la nostra mail - presacoscienza@gmail.com è sempre attiva per comunicazioni in privato.

-Secondo i dati ufficiosi del Governo Francese, si tratterebbe di almeno 20 terroristi attivi coinvolti direttamente nell'attentato, e di una decina di supporter.
Parigi si trova al centro della propria Nazione la quale confina con altri Stati europei dotati dei migliori servizi segreti.
La Francia vanta un sistema altamente elevato sia dal punto di vista militare, sia tecnologico, nonché di una posizione geopolitica altamente strategica.
Come si può spiegare il fatto che la propria capitale, per la seconda volta nello stesso anno, sia stata messa in ginocchio in poche ore da una banda di terroristi istruiti su internet, molti dei quali sono riusciti a fuggire facendo perdere le proprie tracce?

-Come mai tra tutti gli stati Europei l'ISIS, tramite i suoi terroristi, ha deciso di attaccare per la seconda volta l'UNICA Nazione della zona Euro, che dispone di un enorme contingente militare, si avvale dell'uso della Legione Straniera per le missioni più rischiose (o spietate) ed ha il diritto di attaccare immediatamente siti ritenuti strategicamente nemici e pericolosi? [Ricordiamo che la Francia e l'Inghilterra hanno questa facoltà in quanto nazioni vincenti dall'ultimo conflitto mondiale, la Germania non può disporre di un esercito bellico e l'Italia può attaccare per difesa e su consenso della Nato a cui apparteniamo]

-L'ISIS si avvale di potenziali cittadini comuni che, secondo le informazioni mediatiche, possono essere "attivati" ed utilizzati in qualsiasi momento.
Perché Parigi, in prossimità di un congresso mondiale sul clima, il quale ipoteticamente potrebbe indurre certe aziende a dismettere l'utilizzo di fonti fossili o ridurre drasticamente l'inquinamento delle proprie fabbriche.
Ipotizzando che qualche industriale, volendo far perdere l'attenzione sull'imminente congresso, abbia finanziato l'attentato (come sostenuto da Putin nel corso del G20), non sarebbe più corretto cercare il mandante della strage piuttosto che bombardare altre abitazioni fomentando così la sete di vendetta?

-Le dichiarazioni del Governo francese all'indomani del triste fatto hanno dichiarato: "La Francia è in Guerra". La rivendicazione è avvenuta per mezzo di un social network quale Twitter.
Per dichiarare una Guerra, prima non occorrerebbe definire il nemico? Se i terroristi si trovano ormai negli stati europei da anni, che senso ha bombardare un già noto campo di addestramento in Siria?

-Com'è possibile che la persona che ha rivendicato su twitter un'azione grave come un attentato non è stato localizzato, posto sotto fermo, interrogato ed eventualmente arrestato per complicità? Da che pianeta scrive i messaggi?

-Rileggendo il trascript di un programma andato in onda su Cnn il 7 ottobre 2014 per averne conferma Joe Biden: “Hanno fatto piovere centinaia di  milioni di dollari e decine di migliaia di tonnellate di armi nelle mani di chiunque fosse in grado di combattere contro Assad, peccato che chi ha ricevuto i rifornimenti erano… al Nusra, al Qaeda e gli elementi estremisti della Jihad provenienti da altre parti del mondo”.
Esiste la remota possibilità che i così detti terroristi siano stati armati ed addestrati da Noi stessi occidentali?

-Obama nel corso dell'ultimo G20 ha affermato che si stimano più di 25.000 terroristi affiliati all'ISIS. Siccome questa organizzazione è nata in Iraq pochi anni fa ,dove gli americani e le forze alleate Europee possedevano basi militari già da 15 anni, è possibile che  questi non si siano accorti di nulla?

-Esistono immagini che rappresentano militari incappucciati inneggianti la bandiera nera, muoversi su mezzi militari americani; strano no?

-Prima di attaccare Saddam, l'America era riuscita a scovare delle testate nucleari stoccate sotto terra nel deserto iracheno, per mezzo di potenti satelliti; possibile che lo Stato Islamico sia invisibile dal satellite?

-Pochi giorni dopo l'attentato a Parigi, il governo Italiano si è chiesto se si trovava personalmente coinvolto in Guerra. Come mai se le cellule erano di appartenenza Siriana, il fatto è stato studiato in Belgio ed attuato a Parigi?

-La Francia ha proposto di chiudere le frontiere e l'Unione Europea ha invece comunicato l'innalzamento della soglia di attenzione aumentando i controlli sul territorio.
Nel 2011 e' stato approvato il Mes (meccanismo di stabilità europeo), dal quale emerge l'ombra di una polizia europea con pieni poteri sovranazionali chiamata EuroGendFor.
Si tratta di un Nucleo Operativo formata dai migliori poliziotti militari europei addestrati ad ogni evenienza e già in forza nelle caserme europee.  Riportiamo di seguito un breve stralcio per capire di cosa si tratta:
«EUROGENDFOR potrà essere messa a disposizione dell’Unione Europea (UE), delle Nazioni Unite (ONU), dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e di altre organizzazioni internazionali o coalizioni specifiche» (art. 5)
Obiettivi?
«condurre missioni di sicurezza e ordine pubblico; monitorare, svolgere consulenza, guidare e supervisionare le forze di polizia locali nello svolgimento delle loro ordinarie mansioni, ivi comprese l’attività di indagine penale; assolvere a compiti di sorveglianza pubblica, gestione del traffico, controllo delle frontiere e attività generale d’intelligence; svolgere attività investigativa in campo penale, individuare i reati, rintracciare i colpevoli e tradurli davanti alle autorità giudiziarie competenti; proteggere le persone e i beni e mantenere l’ordine in caso di disordini pubblici» (art. 4)
Poteri?
inviolabili locali, beni e archivi (art. 21 e 22); le comunicazioni non possono essere intercettate (art. 23); i danni a proprietà o persone non possono essere indennizzati (art. 28); i gendarmi non possono essere messi sotto inchiesta dalla giustizia dei paesi ospitanti (art. 29)
Questa polizia potrebbe essere richiamata in caso di altri attentati. Esiste l'ipotesi remota che si finisca tutti in una dittatura militare nella quale saremo più controllati noi onesti cittadini Europei dei veri mandatari delle stragi?

-Dopo anni di guerra fredda, la Russia propone un'alleanza per combattere un nemico comune: il TERRORISMO, nonché un'organizzazione pseudo militare che coinvolge fanatici armati con armi tecnologicamente vecchie e riciclate da guerre passate. La Russia non viene ricordata come una nazione molto democratica, tanto meno non è  mai stata minacciata pubblicamente dagli Jiadisti; esiste un secondo fine a questa alleanza o improvvisamente Putin si dimostra solidale e compassionevole con l'Europa e l'America?

Di domande e quesiti ne esistono molti, ma la risposta a queste dodici domande potrebbe già fare luce e chiarezza su alcune verità nascoste.



Cacciato da due ospedali, muore un bimbo. I genitori si uccidono...



La coppia non ha retto alla disperazione per la morte del loro figlio di sette anni, respinto da due ospedali di New Delhi.
_____________________________________________


E' una storia che lascia senza fiato per quanto è terribile, se solo ci si riesce a immedesimare per un attimo nello strazio dei genitori.
Non potevano sopportare la perdita del loro bambino, così hanno deciso di farla finita. I genitori del piccolo Avinash, il ragazzino indiano di sette anni morto a New Delhi di febbre dengue dopo essere stato respinto da due ospedali, si sono tolti la vita per la disperazione lanciandosi dal terzo piano di un edificio nel sud della capitale. Il bambino è morto l'8 settembre scorso dopo che i genitori si erano visti rifiutare il ricovero in due importanti ospedali privati cittadini, il Moolchad Medicity e il Max Saket, ed era quindi stato ricoverato al Batra Hospital in condizioni ormai disperate. Il giorno dopo aver cremato il piccolo il padre Laxmichandra e la madre Babita si sono legati insieme i polsi e si sono gettati nel vuoto lasciando una breve nota: "Non è colpa di nessuno. E' una nostra decisione"....
(Globalist)

Fonte: ninofezza

MA QUALE CELIACHIA – Chiamatela Roundup


MA QUALE CELIACHIA – Chiamatela Roundup +Video


MA QUALE CELIACHIA - Chiamatela Roundup
SONO ALMENO 12 MILA ANNI CHE L’UMANITA’ MEDITERRANEA SI NUTRE DI FRUMENTO SENZA PROBLEMI. E di colpo, ecco sorgere la “intolleranza al glutine”, con relativo ipersviluppo degli affari relativi a questa “malattia”: paste senza glutine a 5 volte il prezzo delle normali, prodotti bio dove l’etichetta dichiara “senza glutine”, cibi spesso a carico del servizio sanitario nazionale… Il glutine è un veleno? Si deve sospettare del grano geneticamente modificato? Per una volta no. Anche se c’entra il Roundup, il diserbante della Monsanto, specifiamente concepito dalla multinazionale per essere usato in abbondanza coi suoi semi geneticamente modificati (modificati appunto per resistere al diserbante, che uccide tutte le erbacce) . Come ha scoperto la dottoressa Stephanie Seneff, ricercatrice senior al Massachusetts Institute of Technology (MIT), da una quindicina d’anni gli agricoltori americani, nelle loro vastissime estensioni, hanno preso l’abitudine di irrorarle di Roundup immediatamente prima della mietitura.In questo caso, approfittano delle qualità disseccanti del prodotto, con il suo agente attivo, glisofato. Hanno scoperto che, spargendo tonnellate di glisofato, la resa per ettaro aumenta. Perché? Perchè, prova a spiegare la Seneff, “le brattee protettive si frantumano, la spiga muore, e con l’ultimo sospiro, rilascia i chicchi” che altrimenti resterebbero attaccati nel resti della spiga ancor umida. L’aumento di resa non è enorme, ma è importante per coltivatori stra-indebitati con le banche. Inoltre, il disseccamento facilita la battitura condotta coi giganteschi macchinari industriali (spesso affittati, quindi se li si può usare per meno giorni, si risparmia) e consente di anticipare l’operazione di mietitura. “Un campo di grano matura di solito in modo ineguale; una irrorata di Roundup consente di disseccare ugualmente le zone ancor verdi e quelle già gialle, e procedere alla mietitura nello stesso tempo”, ha spiegato un coltivatore di nome Keith Lewis. E’ dunque l’estrema manifestazione della industrializzazione totale dell’agricoltura americana, nel quadro della violenza generale sulla natura

Finanziamo i petrolieri per morire d’inquinamento



Impennata di sussidi pubblici alle fonti fossili. Oltre 5,3 trilioni di dollari l’anno, secondo le stime del Fmi. Questo nonostante gli accordi del G20 per cancellare gli aiuti di Stato ai petrolieri. L’Oms avverte: milioni di morti per inquinamento. Un grosso favore a Big Oil sulla nostra pelle

Petrolio, gas e carbone finanziato con i soldi pubblici. Mentre l’inquinamento sale. Coinvolte principalmente le economie del G20, Italia compresa. Un’impennata inarrestabile, nonostante gli accordi presi per la cancellazione degli aiuti di Stato alle grandi compagnie petrolifere. Conti alla mano il Fondo monetario internazionale (Fmi) rivela che a livello globale spendiamo qualcosa come 5,3 trilioni di dollari per sostenere l’estrazione e la produzione di carburanti fossili. Ovvero il 6,5 per cento del Pil mondiale. E questo ancora prima di aver fatto benzina all’automobile, usato il gas per scaldarci e per cucinare. Una tassa che i governi del mondo avevano promesso di abolire.


inquinamento interna 1

Un grosso favore a Big Oil. Ma sulla nostra pelle, avverte l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). L’inquinamento, infatti, è una mietitrice implacabile, che fa 8 milioni di morti all’anno su tutto il pianeta. Per non parlare delle decine di milioni di malati legati alle emissioni di CO2 nell’atmosfera. A conti fatti gli aiuti alle fossili ci costano oltre i 1000 dollari a testa all’anno stimati dall’organizzazione di Bretton Woods. I più generosi con i petrolieri, spiega ancora il Fmi, sono Cina e Stati Uniti in termini di capitale stanziato; l’Ucraina ha il primato in percentuale sul Pil; mentre il Qatar detiene quello di sussidi pro capite.

INDIA – Denuncia la Nestlè piombo negli spaghetti

INDIA - Denuncia la Nesltè piombo negli spaghetti
ALCUNE SETTIMANE FA ERANO STATI TROVATI QUANTITATIVI DI PIOMBO IN QUANTITA’ di 17 parti per milione. 
Alcune settimane fa in India è esploso il caso degli spaghetti Maggi. Durante un controllo effettuato nello stato dell’Uttar Pradesh era stata riscontrata una presenza di glutammato monosodico, un successivo test aveva evidenziato una presenza di piombo in una quantità di 17 parti per milione contro le 0,001 parti per milione ammesse dalla legge indiana. La scoperta aveva portato al ritiro dal mercato del prodotto e addirittura a una citazione in causa della dirigenza e degli attori protagonisti delle pubblicità del prodotto, da parte di una corte dello Stato del Bihar. Ora, la storia sembra prendere